Ammanettate quel sovversivo, ha fatto il segno della croce!

Il calcio italiano è così. Si fanno proclami di punire chi bestemmia in campo, perché non è bello (e fra l’altro, per quanto anacronistico possa apparire, è pure un reato in Italia).

Poi il portierone della Nazionale Gianluigi Buffon incassa un gol come un pollo, e il labiale ripreso dalle telecamere lo inchioda peggio di Cristo sulla croce.

In tanti si aspettano una punizione esemplare, e invece no: le autorità del calcio – dopo tanti proclami – annunciano (gesuiticamente) che la norma non è ancora entrata in vigore. Fino a marzo la bestemmia è libera (come quasi tutto negli stadi italiani).

Poi però qualcuno fa davanti alle telecamere un gesto assai più grave: senza profferire parola, agita le braccia per aria facendo il segno della croce, e il cuore d’Italia da Palermo ad Aosta si gonfia in un coro di vibrante protesta.

E così, nel giorno in cui giunge la notizia che in India l’immagine di Gesù Cristo con birra e sigaretta ha causato devastazioni e incendi, il blasfemo allenatore dell’Inter che ha osato – col suo segno “della croce” – evocare silenziosamente una persecuzione subita viene squalificato per tre giornate, perché “ha contestato platealmente le decisioni dell’arbitro”.

Come spesso accade all’Inter, inauguriamo noi la linea “un po’ più dura”, e dopo il rivoluzionario e gravissimo applauso sarcastico veniamo ora duramente puniti per il segno delle manette (che silenziosamente diceva, non senza humor: “vabbé, allora mettetemi in galera!”).

Inutile provare a dire a Mourinho che è meglio urlargliele in faccia le cose, agli arbitri.

Con lui sono molto più permalosi che con gli altri, come la cronaca recente mostra per un caso in bianconero:

E quella di pochi mesi mostra per il grande Francesco Totti, molto forbito capitano giallorosso (ha preso il cartellino giallo, anziché il rosso, e magari qualche giornata di squalifica…)

P.S. Secondo me Mourinho esagera, ma la reazione sempre più scomposta delle cosiddette “autorità” verso i suoi metodi di contestazione sempre nuovi dimostra che il mondo del calcio è davvero in mano a incompetenti che hanno una paura del diavolo di lui, che se li mangia tutti a colazione. Spero solo che lui si diverta comunque, e non finisca per mandarci tutti a quel paese. Cioè… a restarcene qui con allenatori e calciatori che rifriggono da decenni la stessa aria…

Ho visto la Madonna (e indossa i pantaloni; no, aspetta: è nuda!)

La tecnologia, si sa, si è intrufolata nella vita di tutti, per cui stupisce solo fino a un certo punto il fatto che qualcuno oggi abbia visioni mistiche mentre osserva la lastra di una risonanza magnetica, come nel caso di Pamela Latrimore, residente in Florida.
Questa sfortunata signora americana è piena di acciacchi di ogni tipo (che lei attribuisce al famigrerato Agente Orange cui sarebbe stata esposta in gioventù nella sua città natale in Arkansas) e quindi anche piena di esami medici e lastre di ogni tipo: ebbene proprio in una risonanza magnetica del proprio cervello ha individuato nientemeno che la Vergine Maria.

What's on a woman's mind - l'immagine della Madonna 'scolpita' nella risonanza magnetica del cervello di Pamela Latrimore

What's on a woman's mind - l'immagine della Madonna 'scolpita' nella risonanza magnetica del cervello di Pamela Latrimore

(la storia completa, con un’intervista video, è in questa pagina, segnalata dall’amico Bob Finn nel suo affascinante blog di notizie mediche strampalate).

Grazie al mio cinismo di agnostico nato e cresciuto a Roma, respirando l’aria di profonda ipocrisia che trasuda e si diffonde da Oltretevere, dopo la prima sonora sghignazzata ho notato nel riguardare l’immagine un dettaglio sfuggito agli osservatori americani, che costituisce secondo me il vero motivo di interesse per quello che altrimenti sarebbe solo l’ennesimo “miracoletto” da due soldi (en passant: l’immagine è in vendita su ebay, ma la quotazione non sfonda. Al momento la migliore offerta è di 610 dollari: non sono bruscolini ma la cifra non è nemmeno lontanamente degna di un vero segno divino, che ovviamente “non avrebbe prezzo”).

Il vero motivo di interesse, dicevo, non sta tanto nel tipo di “supporto” su cui si è manifestata la Madonna, ma nel suo look , direi quasi trasgressivo: sembra infatti indossare i pantaloni.

Lo so, è colpa del cervello e delle sue circonvoluzioni (per fortuna che ci sono loro!), ma trovo che l’effetto finale sia inconsapevolmente blasfemo.

E questo mi fa venire spontanea un’altra riflessione: se anziché nella risonanza di una donna la Vergine Maria fosse apparsa in quella di un uomo, l’avremmo vista in minigonna?

O peggio?

Si sa che cosa c’è nella mente degli uomini….

mpw-19848

POST SCRIPTUM: Neanche a farlo apposta ho appena letto online che l’edizione messicana di Playboy ha dichiarato in copertina la propria adorazione per Maria.

A modo suo (la redazione deve essere in prevalenza composta da maschi, direi…)

la copertita dell'edizione messicana di Playboy (dicembre 2008). Il titolo è "Te adoramos Maria"

la copertita dell'edizione messicana di Playboy (dicembre 2008). Il titolo è "Te adoramos Maria"

In questo caso direi che si tratta di immagini che lasciano poco spazio alla necessità di sofisticate indagini radiologiche. Pare che la tiratura di 80.000 copie sia andata a ruba il primo giorno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: