Gad Lerner: l’affermazione di Marino è un buon segno

Oggi Gad Lerner, che aveva dichiarato la propria preferenza per la mozione Franceschini, ha scritto sul proprio blog una breve analisi del voto nel circolo del PD Valcerrina (nel Monferrato Casalese) di cui è segretario, con le conseguenze che ne ha tratto.

Il titolo è chiaro: Pd, aveva ragione mio figlio… (ventenne, sostenitore di Ignazio Marino di cui condivido in pieno il pensiero).

Ecco alcuni passaggi (il neretto è opera mia):

la mia scelta per Franceschini è stata condivisa… solo da me stesso! Un record negativo che mi conferma di essere sorpassato, politicamente, come già sapevo, e che merita una riflessione. Il vincitore del nostro congresso, con un solo voto di scarto, e solo grazie al fatto che il regolamento impediva di conteggiare le scelte inviate via mail da altri iscritti, è stato Pierluigi Bersani. Altrimenti avrebbe vinto Ignazio Marino, che a quanto pare sta riscuotendo ovunque – e in particolare nel Nord Italia – un successo insperato. L’intervento pro-Marino che ha spostato il voto di alcuni incerti, lo ha fatto Giuseppe, mio figlio ventenne alla sua prima esperienza del genere. In sintesi ha sostenuto che il Pd non deve eleggere oggi un leader per il governo del paese, aspirazione realisticamente lontana nel tempo, ma dare un segno concreto di rinnovamento che rimotivi il suo elettorato deluso. Per questo meglio Marino che i due esponenti delle gestioni passate, portatori di una continuità nefasta.
Io avevo deciso di votare Franceschini, clamorosamente inascoltato, sulla base di un ragionamento troppo sofisticato. […]

Evidentemente la spinta di rinnovamento, non solo fra gli elettori ma anche fra gli iscritti, è superiore alle previsioni. Non posso che considerarlo un buon segno.

Mi pare importante sottolineare quello che anche Lerner, mette in rilievo: fin qui si sta parlando delle logiche di analisi (spesso “troppo sofisticate”) tanto frequenti tra chi “fa politica”: gli elettori, però, spesso ragionano diversamente, e se vogliono rinnovamento non ci girano troppo attorno.

5 Risposte

  1. a me infastidisce molto il regolamento che impedisce di conteggiare le scelte inviate via email dagli iscritti. mi è stata giustificata come impossibilità di identificazione…

    • Già, mentre con le stesse regole (almeno in teoria) in Calabria i problemi di identificazione li hanno talmente superati da avere molti più voti che iscritti al partito.

      Mi viene in mente un’immagine, triste per il PD: l’e-mail da una parte, la coppola dall’altra… (e lo dico da discendente di calabresi e, alla lontana, di siciliani)

  2. L’e-mail è un sistema vecchio e non progettato per essere sicuro. Chiunque può facilmente mandare mail a nome di chiunque: persino alcuni programmi di posta elettronica prevedono questa possibilità. Ma ora esistono infiniti modi per garantire sicurezza a una votazione attraverso Internet… peccato non sia stato previsto.

  3. E’ vero, Pierre, ma come spesso accade quando si ha a che fare con la tecnologia ci si concentra sull’aspetto meno rilevante della questione: per chi vuole fare brogli è molto più facile fare come in Calabria (dove anche la segretezza del voto è andata a ramengo, con le tre urne una per ciascuna mozione…).

    Se pensi che le tessere non sono neanche numerate, ti rendi conto che in realtà la preoccupazione sull’e-mail è funzionale a complicare la vita a chi vorrebbe tanto cambiare aria, ma magari ha una vita complicata…

  4. Essendo donne ci ribelliamo profondamente a tutto questo schifo, quindi all’immagine quotidianamente riproposta dal mezzo televiso.
    Era ora che una trasmissione come l’infedele, prendesse in considerazione questo increscioso problema; ci sentiamo un pò più rispettate. Sentiamo di dire che la donna reale italiana è tuttaltro ripetto a come viene rappresentata da troppi anni in t.v.
    Quel’è lo strumento di lotta per ribellarsi a tutto ciò?….nonostante gli innumerevoli pareri in questo senso, ci riesce difficile far sentire la nostra voce.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: