Sulla pelle dei bambini

Il ministro Roberto Maroni annuncia con notevole leggerezza che anche in Italia esiste un traffico di bambini finalizzato alla predazione dei loro organi per i trapianti, ma è forte il sospetto che si tratti di una forzatura strumentale per avere meno obiezioni al progetto della banca dati del DNA, dall’utilità assai controversa, e certo assai gravida di conseguenze sulle libertà individuali se si trasformerà in una schedatura di massa.
Messa così, sembra la riproposizione della schedatura di tutti i minori immigrati già proposta mesi fa.
Nel frattempo, il governo preme perché i medici del servizio sanitario nazionale denuncino gli immigrati irregolari, minori compresi, quando si presentano in ospedale, e così facendo dimostrano quanto stia loro a cuore davvero la salute dei bambini “irregolari”.

Chissà se qualcuno chiederà mai al bambino di questo spot della Helen Bamber Foundation se mamma e papà hanno il permesso di soggiorno regolare:

Una Risposta

  1. non è forte il sospetto, è un modo per impietosire la gente che ormai vive di grandi fratelli e carrambate varie. Costruiscono terreno fertile nell’opinione pubblica al fine di arrivare allo scopo della banca dati del DNA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: