Exit poll e evidence-based medicine…

Beh, gli exit poll sono sotto gli occhi di tutti, e ciascuno comincia a far loro dire assai più di quello che dicono: partono con l’esplicitazione della “forchetta”, secondo la quale il PDL si attesta tra X e Y (con un margine di errore di più o meno 2) e l’alleanza PD-IdV si attesta tra W e Z (con analogo margine di errore).

Ora, siccome il dato più basso dell’uno è inferiore al dato più alto dell’altro, l’unico approccio ragionevole sarebbe la sospensione del giudizio. Solo chi fosse nato ieri, e non ricordasse il cardiopalma delle ultime elezioni, potrebbe partire da quelle cifre e sbilanciarsi.

Ebbene, nessuno dei presenti ai dibattiti televisivi sembra nato ieri, ma tutti si comportano come se lo fossero: cominciano a togliere la forchetta, così il dato è “più chiaro”: 42 a 40, manco fosse la classifica di serie A (per la Camera, per il Senato la differenza appare di 3 punti), dopodiché dimenticano altri dettagli come la ripartizione regionale, che fa sì che non ci sia corrispondenza reale tra voti espressi e seggi, anche in virtù dei premi di maggioranza, o ancora il voto degli italiani all’estero.

Io mi ero ripromesso di pazientare, a prescindere. E anche se questo vuol dire continuare a coltivare una straziante fiammella di speranza, vado incontro allo strazio ma non partecipo al gioco su numeri che sembrano dire una cosa, ma in realtà – per il momento – dicono solo una cosa: “Non lo so!”

In questo, la cosiddetta evidence-based medicine dovrebbe fare scuola: da tempo ci si è accorti che in molti casi l’unica conclusione ragionevole è la sospensione del giudizio. Poi però ci sono i malati che chiedono una cura (o i telespettatori che friggono nell’attesa), e quindi qualcuno che salta alle conclusioni anzitempo lo si trova sempre…

4 Risposte

  1. “Ricordiamo ai telespettatori che è sempre molto difficile fare discussioni intorno al nulla” (presentatore TG2 su Exit Poll)

    Ecco i nostri inviati, vediamo se riescono a spiegarci quello che abbiamo detto finora” (sempre lui)

    E ho detto tutto🙂

  2. Qualunque suùia il risultato mi sa che ci toccherà seguire il loro motto…

    http://it.youtube.com/watch?v=MGzIWd17vN0

  3. Non lo so. Anche io oggi mi dò questa risposta nei momenti di buonismo, ma alla domanda “mi riconosco nella società reale?”. I numeri che vedo mi dicono che i valori premiati viaggiano ben lontano dai miei.

  4. Quando sono stato intervistato da un noto istituto di statistiche, ho chiesto se era possibile avere delle informazioni sui dati in loro possesso e con molta gentilezza la mia intervistatrice mi ha dato i numeri esatti degli exit poll, ovvero un distacco inesistente tra le due maggiori forze e con addirittura un netto vantaggio in lombardia del PD.
    Chiaramente ho gioito, ma ho preso una bella cantonata.

    ciao da zimmer

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: